Articles Labelled with “Photography”

Panoramic view of Italy from IIS

Image of Italy from the International Space Station

Today the BBC site published a spectacular nightly view of Italy from the ISS, the International Space Station. Here is the original page on the ESA site.

Click the image to enlarge, or download the original picture in high resolution (2.3 Mb, 12 Megapixel).

Raccontare una corsa

Una Ferrari al Gran Premio di Monza 2010

Ho conosciuto Guido De Bortoli in occasione di una collaborazione per un sito dedicato al mondo dei motori, allrace.net. In quel caso vestiva i panni del web designer, mestiere questo che fa a tempo perso, ed è un peccato perché è molto bravo.

La vera passione di Guido è però la fotografia, in particolare quella di soggetto automobilistico. Inutile spendere altre parole, fate un salto a vedere la sua galleria relativa all'ultimo Gran Premio di Monza.

Ritardo Cronico

Sono sempre così preso dal lavoro che non ho mai il tempo di pubblicare su Flickr le (poche) foto che scatto. Con sei mesi di ritardo ho messo on line questa sera quelle di… capodanno!!! Da non crederci. Per la cronaca, si è trattata di una festicciola solo con gli amici più cari, ospitato a Varese da Valeria.

Ho quindi approfittato per fotografare qualche angolo di Varese.

Ad ogni modo per tutti gli interessati le potete trovare qui.

Passione per lo sport

photo sharing

Il 23 Settembre scorso — ne scrivo solo oggi per la cronica mancanza di tempo — si sono svolti nella ridente (?!?) cittadina di Cavenago gli esami di graduazione di primo e secondo dan. La palestra in cui pratico il Karate, quando il lavoro mi lascia un po’ di pace, aveva una rappresentanza di ben nove allievi, sei esaminati per passare dalla cintura marrone (1° kyu) alla cintura nera (1° dan), e ben tre per conquistare il grado di 2° dan. È stato un piacere poter partecipare in qualità di fotografo, per immortalare qualche momento di tensione, prima dell’esame, lo sforzo degli atleti durante la performance ed infine la gioia dopo aver conseguito il diploma.

Studiare il Karate richiede un notevole impegno: se lo si pratica come agonisti, come Gabriele ed Andrea che vedete in fotografia, significa faticare parecchio, rinunciare ai pomeriggi con gli amici, alla PlayStation e magari anche alle ragazze, per trovarsi quasi tutti i giorni in palestra a sudare, per raggiungere un traguardo sfuggente, per vincere una gara, conciliando il tutto con l’impegno scolastico.

Anche per chi, come me, pratica quest’arte come amatore l’impegno è molto perché, anche se ci alleniamo solo due sere la settimana, e non abbiamo certo lo stress delle gare, gli impegni di lavoro ed in famiglia, per molti i figli, sono spesso difficilmente conciliabili con gli orari obbligatoriamente fissi delle lezioni.

Raggiungere quindi il primo traguardo della cintura nera è davvero motivo di soddisfazione ed orgoglio perché significa in qualche modo arrivare alla conclusione della prima parte di un lungo percorso, durato almeno quattro o cinque anni. Per chi raggiunge il secondo dan, ovviamente, la soddisfazione è ancora più intensa.

L’anno prossimo toccherà a me cimentarmi con l’esame di secondo dan, sempre che trovi il tempo di allenarmi decentemente per poter essere ammesso all’esame…

Un ringraziamento “di rito”, ma autenticamente sentito, va ai due istruttori della palestra che hanno portato tutti noi a questi risultati, con la loro competenza tecnica ma anche impostando nel dojo un clima amichevole e proficuo. Grazie Mauro e Roberto! Continuate così, nel solco tracciato da Antonio: il nostro sensei è certamente contento di tutti noi.

Nota importante: trovate sulla mia pagina di Flickr le fotografie dell’esame.

Explored!

photo sharing

Wow, this shot you see on the right is the first photograph of mine selected in the Flickr Explorer page. It has been “explored” for one day only, precisely in October the 1st, as you can see on my Flicker Scout.

Of course the algorithm used by Flickr to decide what photos are interesting is completely obscure and probably not really guided by artistic criteria but, in any case, I’m quite happy.

Thanks to all people that added the shot as fave and posted a comment.

Occhi verdi

Fotografia: ragazza con occhi verdi

Questo post è interessante per due motivi: è il primo post di questo blog, cosa non trascurabile per una persona che tenta di trovare il tempo di scrivere qualcosa da anni, e per lo sguardo che vedere qui a destra.

Erano secoli che volevo fare un ritratto femminile significativo e, quasi per caso, ci sono riuscito. Alla mia ultima festa di compleanno, organizzata a sorpresa (beh, più o meno…) dagli amici di sempre, mi capita per le mani una reflex digitale. Io infatti possiedo — ancora per poco, se Gigi si decide a vendermi la sua Canon 350D — una Canon PowerShot A95, bella macchinetta, niente da dire ma, come tutte le compatte, ha il terrificante difetto di non poter regolare la profondità di campo. Questo significa, in pratica, che è impossibile scattare dei ritratti, a meno di non procedere ad un pesante fotoritocco per eliminare successivamente lo sfondo che distrae dal soggetto del ritratto. Ma torniamo alla festa: Daniele mi presta la sua reflex e, dopo non poche insistenze, riesco a far mettere in posa Valeria e a scattare questo ritratto che rapisce almeno in parte la magia del suo sguardo.

Che dire? È il primo ritratto di un fotografo dilettante innamorato dei paesaggi e di foto panoramiche, fatto con una macchina che non conosco, ad un soggetto in movimento che non aveva nessunissima intenzione di farsi fotografare, quindi direi che… va bene così.

Appena trovo i soldi per comprare una macchina decente mi ripropongo di tornare ad importunare Valeria per nuovi ritratti.

Copyright © 2004–2017 by .
Creative Commons License Content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 2.5 Italy License.

RSS Feed. Valid XHTML 1.1. This blog is written in Objective Caml. Design based on the work of Rodrigo Galindez.